CONFERENZA STAMPA ASSEGNAZIONE MONDIALI CANOA AURONZO 2023

  • Stampa

CANOA E AURONZO: CONFERENZA STAMPA ASSEGNAZIONE MONDIALI DEL 2023 E PRIME GARE

Campionati Mondiali ICF 2023 di canoa velocità tra sinergie e piani  di sviluppo: tracciate le linee guida che porteranno alla prima rassegna iridata per le categorie Junior e Under 23 in Italia

Auronzo di Cadore (BL) – Si svolta alla presenza delle Autorità locali, regionali, sportive e militari la conferenza stampa a seguito dell’assegnazione dei Campionati Mondiali ICF (International Canoe Federation @planetcanoe) del 2023, riservato alle categorie Junior e Under 23.

“Ci siano presentati ben preparati alla riunione del Board ICF dello scorso 15 marzo a Pechino” – ha esordito il Presidente Federale Luciano Buonfiglio – “mettendo in evidenza quelle peculiarità che gli altri campi di regata non avevano, cioè uno scenario unico come le Dolomiti bellunesi e una politica di sostenibilità economica e ambientale dell’evento. Poi tutti hanno fatto la propria parte, in primis il Sindaco di Auronzo Tatiana Pais Becher che ha partecipato a Pechino alla presentazione della candidatura e il Direttore del Comitato Promotore Andrea Bedin che ha messo a frutto l’ottima esperienza accumulata con l’organizzazione degli Europei di canoa Auronzo 2018. Ora il cammino continua e rappresenta una fantastica occasione anche per il turismo “di qualità”, con grandi numeri come quelli già dimostrati lo scorso anno” – conclude Buonfiglio.

Anche l’Assessore al turismo della Regione del Veneto Federico Caner ha sottolineato come, anche grazie a questi eventi, negli ultimi anni le presenze nell’area bellunese abbiano avuto un considerevole incremento.

In particolare si è assistito all’arrivo di un target turistico che piace alla Regione del Veneto, rappresentato da gente curiosa e rispettosa del bellissimo, ma al tempo stesso fragile, territorio del Cadore e delle Dolomiti, come si è potuto assistere nell’ottobre scorso con i danni provocati dall’uragano Vaia.

Dello stesso avviso è stato il Direttore del Consorzio DMO Giuliano Vantaggi che ha sottolineato che gli Europei 2018 di canoa di Auronzo sono stati monitorati nel dettaglio del numero e della provenienza delle presenze, riscontrando il chiaro interesse per Auronzo da parte di turisti provenienti da località europee veramente interessanti per il futuro del turismo cadorino.

“Oltre ad essere orgogliosa dell’assegnazione di questo prestigioso evento” – afferma Tatiana Pais Becher –“voglio ringraziare quanti rendono possibili questi bellissimi eventi di canoa, in primis l’associazione Venice Canoe & Dragon Boat asd e la Federazione Italiana Canoa Kayak ma anche tutta la macchina comunale e la Regione del Veneto che, recentemente, oltre ad aver sostenuto la candidatura dei Mondiali,  ha realizzato  attraverso il commissario Nicola Dell’Acqua gli urgentissimi lavori di sghiaiamento del fiume Ansiei che hanno permesso l’effettuazione della 39 edizione della gara internazionale in fase di svolgimento. Ora il percorso continua e siamo entusiasti delle possibili sinergie con i Mondiali di Sci Alpino del 2021 e le recenti Olimpiadi invernali del 2026, eventi che si svolgeranno nella vicina Cortina” – conclude Pais Becher.

Ad avvalorare questi possibili connubi, la presenza e l’intervento dell’Amministratore Delegato della Fondazione Cortina 2021 Valerio Giacobbi, che ha sottolineato come il percorso per i Mondiali di sci alpino sia molto avanti, considerata l’eminente scadenza, ma ha fornito la massima disponibilità per mettere in comune il know how finora maturato con il Comitato Organizzatore dei Mondiali 2023 di canoa di Auronzo.

“Sono molto contento che ci sia tanto sostegno per i Mondiali di canoa” – afferma Andrea Bedin – “anche perché è un evento dedicato alle categorie giovanili, come la gara internazionale in fase di svolgimento e giunta alla 39^ edizione. E portare tanti giovani ad Auronzo, fortemente motivati nel raccogliere i frutti del duro lavoro degli allenamenti in canoa, rappresenta una grande soddisfazione e un segnale chiaro verso il territorio della montagna e degli abitanti che lo abitano, in particolare per i coetanei di questi forti canoisti, che possono rappresentare un esempio da seguire, considerati gli indiscussi valori positivi dello sport”.

La conferenza è stata conclusa dalla toccante testimonianza del campione olimpico di canoa Daniele Scarpa che ha introdotto il proprio intervento con un filmato di inclusione sociale di 14 ragazzi insuper-abili, ospitati a bordo della barca a vela del Progetto Desire. Il campione olimpico, che ha ricordato e ringraziato coloro che scelsero il lago di Auronzo per la prime gare di canoa – Annibale Berton, Bruno Costantini e, di seguito, Antonio Dal Santo - ha evidenziato che il legame tra la sua terra di origine e Auronzo è molto forte perché collegate da medesimo grande fiume, il Piave, che unisce la montagna bellunese e la laguna veneta, tanto che la storica Venezia fu costruita proprio utilizzando i grandi tronchi della foresta di Somadida.

Nella giornata di oggi (05/07/2019) si sono disputate le gare sulla distanza dei 1000 metri.

Tutti i risultati sono disponibili al link della FederCronometristi

http://risultati.ficr.it/index.php?p=Ym9keV9yZXN1bHRzLnBocD9wX0Rpc2NpcGxpbmE9MTkmcF9Db2RpY2U9MTA0JnBfQW5ubz0yMDE5JnBfTWFuaWZlc3RhemlvbmU9MSZwX0xpbmd1YT1JVEE=

Foto: credit Matteo Bertolin

 Per info: cell. 3349566321 e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FaLang translation system by Faboba